sabato 28 maggio 2011

il mio tonico

Buongiorno e buon fine settimana, ieri mi sono ripreparata il tonico per il viso che uso dopo essermi lavata con il sapone per ripristinare il ph acido della pelle. Io lo faccio così:

Lascio macerarare il rosmarino, che ha proprietà astringenti e purificanti, 
nel succo di limone per un giorno (si può usare anche l'aceto, anzi forse è anche meglio,
ma mia figlia non ha gradito il "profumo")
Allo stesso modo faccio con il riso: lo lascio in acqua per una notte
in modo che rilasci l'amido che calma ed idrata la pelle.
Separatamente filtro i due composti e li unisco in un flacone adatto.
In inverno lasciavo il tonico in bagno e non ho mai avuto problemi, 
è durato fino a quando l'ho terminato
ma ho il sospetto che con questo caldo sia opportuno tenerlo in frigo.
Un bacio e auguro a tutti un coccoloso fine settimana.

mercoledì 25 maggio 2011

Sono diventata zia ^_^

Lascio parlare le foto, di fronte a tanta dolcezza non ci sono molte parole da dire...



 
e come disse Aristotele:
La natura non fa nulla di inutile.

martedì 24 maggio 2011

Prima che inizi la dieta e il caldo torrido...

...Mi sono concessa un ultima, dolce e supercalorica coccola
culinaria. Mi hanno dato questa ricetta
e non ho saputo resistere: Dovevo provarla!

e siccome sono buone buone voglio condividerle con voi:
lessate 250 gr di patate, sbucciatele e schiacciatele per bene.
Unitele a 500 gr di farina e, su una spianatoia, formate la classica fontana e
 unite gli altri ingredienti mettendoli al centro.
Iniziate mettendo 50 gr di burro ammorbidito seguito da 2 uova
20 gr di zucchero, 30 gr di lievito di birra sciolto in
un pochino di latte tiepido e cominciate ad impastare.
Lavorate bene il panetto fino a quando non lo sentite
liscio ed elastico sotto le vostre mani e 
fate riposare l'impasto 10 minuti.
Stendere la pasta e tagliare dei cerchi aiutandovi, come ho fatto io,
con un'ampia tazza da colazione. Per fare il buchino al centro
potete usare il tappo di una bottiglia di plastica.
Disporre le ciambelle su un vassoio infarinato
distanti le une dalle altre e infarinarle a loro volta.
Ora dovete attendere che ricrescano fino a quando non avranno
raddoppiato il loro volume e poi friggerle in abbondante olio,
io ho usato quello di arachidi. Friggetene poche per volta girandole spesso,
bastano pochi secondi per lato, e lasciatele scolare su carta assorbente.
Quando si saranno raffreddate immergetene un lato
nella glassa al cacao e lasciate che si rapprenda.
Mangiate appena fatte si sente il sapore delle patate,
ma il giorno dopo sono stupende!
Buon Appetito

Alessandra ^_^

sabato 21 maggio 2011

Ok, sono sorpresa!

Ho ricevuto il mio primo premio! In realtà non so bene come funziona questa cosa dei premi ma mi piace, e si vede che piaccio! ^_^
Me lo ha "conferito" la cara Marta che scrive delle belle recensioni sui prodotti, molto chiare e complete di tutte le informazioni che si ha bisogno di sapere.
Bene, se non ho capito male devo girare questo premio a 5 blog che seguo con meno di 100 follower e avvisarle con un commento, in più scrivere un post (che sto facendo) su questo premio e la persona che me lo ha dato.
Dunque siori e siore dò il mio primo premio a:

vania che fa delle collanine belle belle
marina che gioca con gran maestria con ferri e uncinetto
julia che scrive degli articoli sulla cosmesi utilissimi
il macaone recensione, spignatti ed ecobellezzabio
elecla tantissimi spunti, suggerimenti, pattern per realizzare la vostra calda coperta

Vi abbraccio a tutti tutti tutti, e vi auguro un gioioso e profumato fine settimana! *_^

mercoledì 18 maggio 2011

Sono arrivati!

Il mio primo ordine su Aroma-Zone è andato a buon fine, anzi ottimo, dovevano arrivare domani. Mio marito però mi ha messo la pulce all'orecchio: possibile che olio di Argan e olio di Rosa Mosqueta costino così poco su Aroma zone? Questi sono da 100 ml per 11,50 l'uno, in giro a questo prezzo nemmeno le confezioni da 30 ml è difficile trovare. Di sicuro qualcuna di voi li ha provati e potrà confermarmi la loro bontà ed autenticità, giusto? Comunque sono contenta, yuppi! Grazie mariuccia per i tuoi consigli, più avanti nel blog e nel tempo avrò modo di ringraziarti ancora ^_^

martedì 17 maggio 2011

quando il tempo è grigio e piove

Mi viene voglia di colore e di dolcezza e faccio un dolce.
Il Tiramisù alle fragole, fresco e primaverile, giusto per cercare di richiamare il sole.
Ieri sera ho tagliato 300 gr di fragole a pezzettini piccoli piccoli e le ho messe a macerare in 100 gr di zucchero e il succo di un limone

In realtà ho fatto un piccolo errore: lo zucchero per la macerazione ( i 100 gr ) doveva essere a velo, così avrebbe formato una sorta di gelatina, ma vi assicuro che va benissimo anche quello normale.
Dopo una notte in frigo coperte con la pellicola, le fragole hanno "sudato" tanto sughetto. Ho filtrato e usato il succo per bagnare i savoiardi e le fragole per guarnire.

Ho preparato la crema con tre tuorli d'uovo piccoli e 3 cucchiai di zucchero sbattendoli bene insieme fino a quando il composto è diventato bianco e spumoso, allora ho unito il mascarpone (250 gr) mescolando prima con il cucchiaio poi con lo sbattitore alla velocità minima. A parte ho montato 100 ml di panna bella fredda e l'ho unita al composto di uova e mascarpone mescolando dal basso verso l'alto con un cucchiaio di legno ed ho fatto gli strati bagnando i savoiardi al succo e disponendoli in fila


Scusate, ma non vi viene l'acquolina? Il risultato finale è piuttosto "casereccio" ma il sapore è divino...
Buon Appetito e
COCCOLATEVI!

domenica 15 maggio 2011

Bravi italiani

Anche loro hanno pensato ad un blog ad impatto zero: come per il post precedente anche questa organizzazione tutta italiana pianterà un albero per ogni blog che aderirà all'iniziativa per azzerare le emissioni di anidride carbonica prodotte dall'eccesivo consumo di energia dovuto all'uso dei pc.
Aderite, partecipate seguendo le semplici istruzioni sul sito e giacchè vi ci trovate fatevi mandare i volantini delle offerte in versione digitale, contribuirete a salvare ulteriori alberi! Buona Domenica ecologica

venerdì 13 maggio 2011

Un albero di nome "io faccio"

Ho scoperto questa cosa che ritengo fantastica!
Da oggi ci sarà un albero in più al mondo con il nome del mio blog e sapete perchè?
Perchè a causa dell'enorme consumo di energia dei computer, server, e i loro sistemi di raffreddamento anche questo mio piccolo blog contribuisce all'immissione di anidride carbonica nell'ambiente. Così questi attivisti tedeschi iniziano un progetto: "make it green". Pianteranno un albero gratuitamente per ogni blog che parteciperà al progetto così assorbirà l'anidride carbonica che produrremo e i nostri blog saranno GREEN! Evviva!!Partecipare è semplice semplice. Andate sul sito e copiate il banner nella sidebar del vostro blog, poi scrivere un post su questa iniziativa e inviatene il link a questo indirizzo mail: CO2-neutral@kaufda.de così al mondo ci sarà un albero con il vostro nome che farà del bene alla nostra terra. Attivatevi!

martedì 10 maggio 2011

Passeggiando

Il secondo weekend di ogni mese a Lanciano c'è il mercatino dell'antiquariato. In realtà non ci sono solo anticaglie ma tante altre cose e io ADORO curiosare tra le bancarelle. Questa domenica ho fatto acquisti: 4 libri
1) un libro sui gatti
2) un libro sull'uncinetto
3) un libro sull'aloe vera
4) un libro sui rimedi naturali
 totale spesa 12 euro, 3 euro ogni libro. Le bancarelle dei libri occupano il maggiore tempo che passo al mercatino, si trovano tante chicche e i classici che io adoro. E poi, passeggiando passeggiando ho visto una bancarella che mi ha rapito, vendeva saponi, oli, creme, bagnoschiuma, shampoo di questa ditta: laboratorio naturale. Ho comperato due saponi profumosissimi a 4 euro l'uno. Uno per mio marito all'oppio nero nero, e uno per mia figlia alla vaniglia. Li ho subito provati tutti e due e mi sono piaciuti, schiuma morbida e mani pulite, profumate (ma non troppo), e non tira la pelle. Evviva!!!!!

domenica 8 maggio 2011

coccole del fine settimana

Buona domenica a tutti i miei lettori! Sono troppo di buon umore, il cielo è azzurrissimo, il sole splende caldo caldo in cielo ed è pure la mia festa! Sono MAMMA ^_^
Bene, alzarsi il sabato mattina alle 4.30 per andare a lavorare in fabbrica non è il massimo per iniziare un weekend, così per tutta la mattinata, mentre avvitavo, svitavo, salivo e scendevo dai furgoni pensavo a cosa avrei potuto fare per rendere questo sabato dolce dolce. Per prima cosa, appena tornata a casa mi sono concessa un paio d'ore di sonno. Proprio come se fosse notte mi sono infilata nel mio pigiamino e di seguito nel mio lettino, nella stanza regnava il silenzio (finalmente) e il buio. Certo appena sveglia non ero proprio un fiore ma, come se fosse mattina, mi sono fatta una bella tazza di latte fresco e cereali integrali e sentivo che già le energie tornavano.
Poi mi sono preparata un impacco pre shampoo per capelli in questo modo: cacao in polvere per ravvivare i riflessi castani, ho messo un pò di miele, un pò di latte e un pò di una crema corpo che non uso più. Ho mescolato e fatto scaldare un pò a bagnomaria, e applicato sulla chioma.
Nel frattempo mi sono pulita per bene il viso così: ho messo dell'olio su un batuffolo di cotone e passato bene bene su tutta la superfice della faccia per rimuovere lo sporco, poi mi sono lavata con il mio adorato sapone di aleppo e fatto un leggero scrub con sale grosso, miele, e latte e infine il tonico.
Passiamo alla pulizia e cura del corpo: ho finalmente provato il burro corpo che mi sono preparata giorni fà! Ma andiamo in ordine: in una tazza capiente ho messo del miele, sale grosso, farina di cocco e latte. Mi sono bagnata il corpo e lavata con il sapone (d'aleppo naturalmente, mentre aspetto che siano pronti i miei), sciacquata bene mi sono massaggiata dal basso verso l'alto, specialmente le gambe stanche, con questo splendido scrub, con movimenti lenti e circolari accarezzandomi e coccolandomi pensando e ringraziando Dio e la natura per avermi concesso tutta questa meraviglia che sentvo davvero di meritare dopo una dura settimana di lavoro. Dopo un risciacquo con acqua calda (ma non troppo) mi sono tamponata bene con un morbido asciugamano e ho preso tra le mani il mio burro per il corpo.
L'ho passato con dolcezza sul corpo massaggiando delicatamente.
profumatissimo e molto grasso è ideale per sentirsi avvolti in un caldo abbraccio,
sopratutto se si ha la pelle molto secca che si desquama, la sensazione è di compattezza.
Mi è piaciuto molto, credo che lo userò sopratutto in inverno, quando la mia pelle
ha più bisogno di nutrimento.
Ho fatto questo burro così: le dosi in percentuale sono
80% di burri
20% di olii

e questi sono quelli che avevo e che ho usato.
ho messo 60 grammi di burro di cacao (reperibile in pasticceria)
20 grammi di burro di karitè e
20 grammi di olio di mandorle dolci.
Ho fatto sciogliere i burri a bagno maria e aggiunto l'olio, mescolato bene e versato negli stampi.
il giorno dopo il panetto era bello duro (pensavo troppo)
ma prendendolo in mano si scalda e lascia la giusta dose di nutrienti da spalmare.
Sono molto soddisfatta.
Il burro di karitè è della "società del karite" preso in erboristeria.
50 ml per 11 euro. Devo dire che non mi è piaciuto molto:
Consistenza dura e pastosa e profumazione esagerata, ma aggiunto agli altri ingredienti
in questa piccola dose ha profumato delicatamente il mio burro e non l'ha indurito troppo.
Auguri MAMME,
e vogliatevi bene, amatevi e coccolatevi comunque voi siate, perchè davvero "valete"
Un bacio Alessandra.

giovedì 5 maggio 2011

DONARE

La sensazione di appagamento e soddisfazione ancora mi pervade; oggi sono andata a donare.
All' A.do.s. di Lanciano mi sento apprezzata, utile, addirittura indispensabile, non vengo mai lasciata sola, per le persone che lavorano nel centro sono importante. Questa è stata la quarta donazione da agosto 2010, io dono il plasma. Alla donazione di sangue non sono idonea a causa della ferritina bassa, ma sono contenta. Il plasma è la parte liquida del sangue infatti è composto dal 90% di acqua e trasporta proteine, zuccheri, grassi, sali minerali, ormoni, vitamine, anticorpi e fattori della coagulazione. Tra le sostanze più importanti ci sono:
* L'Albumina: è una proteina che viene utilizzata per il trattamento di alcune malattie del fegato e dei reni ed è inoltre utilizzata per la cura di stati patologici gravi quali shock da ustioni o da traumi.
* Le Immunoglobine: sono anticorpi che si sviluppano a contatto con agenti esterni al nostro organismo oppure dopo un vaccino. In forma concentrata proteggono le persone che non hanno anticorpi e sono un valido aiuto a chi soffre di patologie immunologiche o a quelle persone la cui resistenza alle infezioni è diminuita.
* Fattori della coagulazione: sono fondamentali per i pazienti afflitti da emofilia A e B. L'uso di questi preparati purificati, e assai efficaci, ha permesso una vita quasi normale alle persone che soffrono di emofilia.
Ad ogni donazione vengo visitata e analizzata (analisi del sangue,emocromo)
mi viene misurata la pressione e fatta accomodare su una comoda
poltrona reclinabile. L'ago è grandicello e un pò spiacevole per chi è più sensibile,
ma la grande utilità di questo gesto cancella ogni piccolo fastidio. la donazione dura
di media 45 minuti ma oggi ho battuto il mio record: 37 minuti! il mio sangue era bello
liquido e pimpante oggi, infatti alla messa dell'ago è schizzato fuori tutto contento! ehehe
Ragazzi andate a donare, non costa nulla salvare delle vite, forza!

lunedì 2 maggio 2011

Mela cuocio Mela mangio


Buon lunedì, vi piacciono le mele? Forse non sono il frutto preferito o il più goloso per molti (a parte le fuji che sono le migliori: dolci, compatte, croccanti e succose), ma provate a cuocerle: anche le più insipide diventano dolcissime ed è un vero toccasana per l'intestino. Mangiate la sera conciliano il sonno e vi faranno sentire più buoni...
Io le faccio semplici semplici: le lavo, tolgo il torsolo con l'attrezzino apposito, le bucherello intorno con la forchetta e le infilo in forno in una teglia con un paio di dita di acqua. Di solito ne preparo 5/6 (quelle che entrano in una teglia da forno) poi, quando si raffreddano, le sbuccio, le metto nei contenitori di plastica per alimenti e le congelo, così le ho già pronte. Eh si perchè la cottura in forno richiede dai 30/40 minuti e farne una alla volta è solo uno spreco di energia. Potete aggiungere all'acqua del vino bianco o dello spumante dolce se ve ne è avanzato e non sapete che farne, e sentirete che goduria! Un goloso abbraccio a tutti!

domenica 1 maggio 2011

Da un piccolo errore nasce un'idea

Buongiorno a tutti, come state? Qui il tempo è terribile, pioggia, vento...e anche l'umore ne risente. Ma ci sono delle cose che mi danno una certa soddisfazione come lo scrub "per sbaglio" che mi sono fatta ieri: dunque, stavo per prepararmi la salsina di aceto, sale e olio per condire l'insalata che mi porto per cena/pranzo (a seconda del turno che faccio); di solito la preparo in un piccolo barattolino di vetro e non mi sono accorta di aver preso quello sbagliato, c'era del miele dentro ed io ci ho messo una bella presa di sale. Grrr che rabbia, ma poi ho pensato che poteva tornarmi utile.
L'ho versato tutto in una tazza capiente, ho aggiunto un bel cucchiaio di sale grosso, un pò di farina di cocco (che profumo!) e delle scaglie di sapone di Aleppo, ho mescolato bene con un pò di acqua calda e via in doccia. Il risultato è stato migliore di quello che mi aspettavo: pelle liscia idratata e morbida nonostante non abbia aggiunto oli, peccato solo per il bruciore del sale su delle piccole escoriazioni che avevo sulle braccia. Sono comunque molto soddisfatta, ed ero così attiva che non potendo uscire per il cattivo tempo mi sono messa a spignattare con il poco di cose che ho e mi sono fatta del burro per il corpo. Appena è pronto e testato vi scrivo come ho fatto e la mia recensione. Un bacio a tutti e Buon primo Maggio!