lunedì 4 luglio 2011

recensione del mio sapone di marsiglia

Buongiorno a tutti! In realtà volevo aspettare ancora un pò di lavaggi per fare questa recensione
ma un'esplosione acuta di discopatia lombare mi costringe a letto e visto che mi annoio la faccio.

un paio di mesi fa mi sono fatta il sapone da bucato
con solo olio di oliva.

Ho calcolato i liquidi e la soda grazie a questo comodo calcolatore.
Naturalmente, essendo un sapone da bucato
non ho scontato la soda, in modo da saponificare
tutti i grassi ed ottenere un sapone bello sgrassante e
lavante, ottimo per il bucato, ma un pò aggressivo per la pelle.

Il giorno successivo l'ho fatto a fettine indossando sempre i guanti.
Dopo un giorno, anche se l'impasto si è solidificato, è ancora caustico
quindi non va assolutamente toccato con le mani.

Ho avuto molta difficoltà ad estrarre il panetto dalla scatola
dove avevo versato il composto per farlo solidificare. Alla fine
l'ho dovuta tagliare, strappare, rompere, e il sapone
si è tutto sbriciolato ai bordi.

Sono certa che c'è un modo per ovviare a questo disagio, 
le mie amiche saponificatrici e spignattine di certo lo sapranno
e sono certa che mi sapranno suggerire il modo migliore di agire
quando si presenta questo problema ^_^


Nonostante tutto sono delle belle fette, non è vero?
Con questo sapone ci lavo a mano gli slip, le canotte, i reggiseni
insomma tutto ciò che ho bisogno di riutilizzare in fretta, senza aspettare la 
lavatrice. Fa una bella schiuma e toglie le macchie di sudore alla grande!
Lo sto sperimentando come pretrattante per le macchie più ostinate (tipo vino)
e sembra che svolga discretamente il suo lavoro. Certo non è candeggina ma può andare...
un'altra variante che ho provato, ma su capi poco sporchi, è di usarlo in lavatrice
e sapete come? così:


riducendolo a scaglie e infilandole in un calzino di nylon.
Ho annodato il calzino (un gambaletto) e infilato in lavatrice a 40°
e a ciclo finito il calzino era vuoto e i panni puliti.
Premetto che mi sono molto tenuta con le dosi per paura di trovare
residui di sapone sui vestiti. Beh, se qualcuna di voi
ha già usato questa tecnica e sa dirmi le dosi  mi sarebbe di aiuto,
faccio sempre le lavatrici in fretta e furia e cercare di capire
la quantità necessaria ad occhio diciamo che ha bisogno del suo tempo... 
Comunque posso dire che sono molto soddisfatta
di me e dei saponi che ho fatto fin ora.
Ragazze godetevi il mare e il sole anche per me
per questa settimana passo...  
:(

9 commenti:

  1. BELLISSIMA idea! soprattutto quella di infilare le scaglie in lavatrice!! Fare i saponi è una cosa che mi ha sempre affascianata molto, ma non posso mettermi a fare anche quelli...ho la stanza invasa di roba!! ahah

    Buona giornata! :)

    RispondiElimina
  2. Che bello! Il sapone da bucato fatto in casa!! Mi segno tutto non si sa mai mi decida a comprare quello che mi manca..
    Baci

    RispondiElimina
  3. Ehi ciao =D

    Non so se hai partecipato già al giveaway sul mio blog, ma se non lo hai fatto corri a farlo! Il premio è davvero interessante ed è anche molto vantaggioso visto il prezzo del prodotto in sè...non sai di cosa parlo? Clicca qui e partecipa anche te!

    Un bacione
    Lara

    IL MONDO A MODO MIO

    RispondiElimina
  4. Lara scusa ma non parteciperò al tuo giveaway per incrementare i tuoi followers. Sarebbe stato diverso se avessi mostrato almeno un pò di interesse per questo post o per il mio blog. Ciao

    RispondiElimina
  5. @Marta, almeno uno lo devi provare a fare, e poi con un chilo di grassi ne avrai per mesi di sapone. é un esperienza esaltante e divertente.

    @Alememe, non sai quanto è utile il sapone da bucato: niente ammollo, strofini e sciacqui ed è tutto pulitissimo! E poi non è come risciacquare un detersivo, il sapone lo sciacqui via benissimo in metà tempo anche con acqua fredda. Molto funzionale direi.

    RispondiElimina
  6. Hei , mi ero persa questo post ,grazie per aver messo un link ;)
    Per quanto rigurda l'estrazione del sapone, hai provato a foderare lo stampo con carta forno?
    Funziona ;)

    RispondiElimina
  7. @Mariuccia, i tuoi consigli sono sempre funzionali; proverò di certo.

    RispondiElimina
  8. Ciao Alessandra.
    Sono capitata per caso nel tuo sito... accattivante.
    Riesce a trasmettere una gran voglia di "fare".
    Brava! Belle anche le foto!
    Comunque, a parte i complimenti, mi sono inserita per suggerirti di inserire per un'ora o più, nel surgelatore, lo stampo con il sapone.
    Una volta tirato fuori mettilo sotto acqua corrente calda e vedrai che si staccherà facilmente. Poi potrai procedere con la stagionatura.
    Buon lavoro e ciao.
    Donatella

    RispondiElimina
  9. donatella, grazie! ogni suggerimento è prezioso per la buona riuscita dei saponi, anche dal punto di vista estetico.
    Mi fa un immenso piacere sapere che quello che leggi e vedi qui ti faccia star bene, e ti stimoli anche; grazie, di cuore.

    RispondiElimina