venerdì 19 agosto 2011

l'ho rifatto!

No, niente di grave, ho solo rifatto il sapone. ^_^


















Ma questa volta non ho seguito nessuna ricetta "online".
Ho fatto tutto da me, grazie alla bibbia dei saponieri


e usando solo gli ingredienti che avevo in casa ovvero:
Olio di oliva 500 gr ( è l'unico olio che può essere usato da solo per fare il sapone.)
Olio di arachidi 200 gr (è consigliato non usarne più del 30% sul totale dei grassi, aiuta a produrre una bella schiuma)
Olio di riso 150 gr ( se ne sconsiglia di usarne più del 20% sul totale dei grassi, è ricco di vitamina E e gamma orizanolo che sono antiossidanti naturali, anch'esso aiuta a produrre una bella schiuma...tra due mesi vedremo)
Burro di cacao 150 gr ( il libro ne raccomanda l'uso al di sotto del 10% perché bisogna fare attenzione che non provochi situazioni di dermatiti in soggetti allergici, ma visto che avevo già fatto il sapone con il burro di cacao senza avere problemi ho osato un pochino. Ah e non solo, se usato in "larga" quantità può rendere il sapone piuttosto friabile, ma con 50 gr in più dubito si possa verificare ciò. é un grasso saturo ricco di proprietà emollienti, renderà il mio sapone più delicato).
La parte divertente è stato calcolare la soda da usare in base al valore di saponificazione dei singoli grassi usati, e anche qui il libro mi è stato di grande aiuto; il calcolo da fare è spiegato in maniera semplice e chiara, anche chi odia la matematica amerà fare questi calcoli. ^_^
Soda caustica 134,25 gr
scontata al 6% 126,195 (arrotondata a 126)
Acqua 300 gr (qui mi sono accorta di aver finito la distillata, così ho rischiato usando quella di rubinetto, oramai ero in ballo...)
Al nastro: 15 gr di macerato di vaniglia mescolato ad un cucchiaino di amido di riso
Se siete curiose  e volete sapere e conoscere come fare un sapone nella vostra casa dolce casa,
vi consiglio di visitare questo sito, a me è stato di grande aiuto per iniziare.
Tra due settimane proverò una saponetta, ma le lascerò stagionare per 8 settimane
così da ottenere un sapone ottimale, speriamo bene...
Buon caldo caldoso a tutte!


6 commenti:

  1. Uh! come voglio iniziare a farlo anch'io!!!
    Poi mi insegni???

    RispondiElimina
  2. certo cara, sono sempre felice di essere d'aiuto. ^_^ e poi vedrai come ti divertirai a farli

    RispondiElimina
  3. il mio sogno è quello di fare il sapone alla lavanda.. ne ho tantissima a casa :P non vedo l'ora :))))

    RispondiElimina
  4. Luisa che fortuna, ti puoi sbizzarrire allora! aspetto le foto delle tue creazioni saponarie!

    RispondiElimina