sabato 24 settembre 2011

vi tento con una dolcezza tipica...

Ciao a tutte splendide amiche
oggi vi voglio far scoprire un dolce semplice
semplice della mia regione. Sono pochi ingredienti
di facile reperibilità, e l'esecuzione è altrettanto
facile, basta avere l'attrezzo giusto:





















Un particolare...





















E ora vi spiego come funziona...
prendete 5 uova e montatene gli albumi a neve
dopodichè aggiungere i 5 tuorli e,
sempre sbattendo,amalgamare all'impasto
5 cucchiai colmi di farina
5 cucchiai di zucchero
6 cucchiai di olio extravergine di oliva
aggiungere a piacere scorza di un limone grattugiato
oppure della vanillina, o perchè no, tutti e due assieme.
L'impasto è piuttosto liquido (più di quello di una classica ciambella)
e va versato sulla piastra messa precedentemente a scaldare sulla fiamma del gas.
Questo attrezzo è venduto anche nella versione elettrica,
un abominio per i puritani della tradizione! In effetti chi ha la versione elettrica non è
soddisfatto dei risultati.
Si ungono per bene i due lati con un pennellino, bene bene
sopratutto nelle intercapedini, operazione che va fatta solo all'inizio
prima di mettere a scaldare la piastra sul gas.
Una volta ben calda si prende l'impasto con un mestolino
e lo si versa tutto al centro, pian piano si espanderà.
Chiudere la piastra e aspettare qualche secondo.
Aprire lentamente e quando l'impasto si stacca
girarla dall'altro lato per qualche secondo. Togliere dal fuoco
e staccare dolcemente le "neole" o "ferratelle"
o più comunemente dette da noi "pizzelle".
il risultato è questo:



















Belle vero? io le adoro con la confettura fatta in casa:


















Con la Nutella poi....
Buon appetito!

10 commenti:

  1. da noi le chiamano le ferratelle (aq) e io ne sono ghiottissima, grazie per la ricetta!

    G.

    RispondiElimina
  2. ...allora..... me lo ero dimenticato questo attrezzo....conosciuto tramite internet...circa 2 anni fa.
    ...e adesso?????....spero di dimenticarlo ancora............:)))))))


    ...ricorderò... intanto.... solo la tua ricetta !!!!
    ciaoooo Vania

    RispondiElimina
  3. @G. non sapevo fossi dell'aquila, è bello avere una corregionale tra le lettrici. Provala, questa ricetta è perfetta!

    @Vania no, senza l'attrezzo cosa te ne fai della ricetta! dovresti provarle...con la marmellata non hanno pari.

    RispondiElimina
  4. Grazie Ale,vedrò cosa posso fare,intanto ho segnalato la cosa a google per far controllare il mio blog.
    A presto Cri

    RispondiElimina
  5. e son già ingrassata di 5 kili! ho una conoscente che me li ha fatti assaggiare................ troppo buoni!

    grazie per le tue parole... è difficile crederci , io lo so bene ... eppure ................ esiste

    RispondiElimina
  6. ciao..anche io sono abruzzese..ti ho scoperto oggi per caso e mi piacerebbe contattarti...anche perchè siamo più vicine di quello che puoi pensare :))baciii e complimenti per il blog...e le ferratelle sono buone anche con la nutella :P

    RispondiElimina
  7. @Cri non c'è verso! continuo a non poter visualizzare la tua pagina a causa di un malware
    :(

    @Filly la tua conoscente ha proprio buon gusto! ...le mie parole sono uscite dal cuore, è sempre bello vedere e sentire che l'amicizia c'è.

    @chocolate puoi scrivermi su iskandra75@yahoo.it

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Neole, che passione!!! Dalle mie parti si fanno con dentro i semini di anice e vengono sottilissime e croccanti.. non so se hai mai assaggiato la versione teramana.
    Devo dire che a me piacciono entrambe le versioni. Queste morbide mi fanno impazzire con dentro la nutella... troppo buone!!!

    RispondiElimina
  10. Saki, cercavo proprio la ricetta per quelle sottili e croccanti, mica ce l'hai?

    RispondiElimina