martedì 31 gennaio 2012

Non solo sciarpe

Ma una piccola decorazione per la colorata camera di mia figlia.
Lascio che siano le immagini a parlare:




















Ho appena scoperto picnik e lo vogliono chiudere!!!! Nooooo!!!!
;-)

sabato 28 gennaio 2012

muffin cioco-caffè con cuore di nutella

Godetevi prima lo spettacolo...

















Avete l'acquolina ora?
Ok vi dò la ricetta:


250gr farina
130 zucchero
80 ml olio di semi
250 gr panna acida
1 uovo
75 ml caffè
1 bustina zucchero vanigliato
2 cucchiai cacao
3 cucchiaini di lievito per dolci
nutella q.b.
zucchero a velo

Mescolare la farina al cacao e il lievito. In un'altra ciotola sbattere l'uovo, aggiungere i due tipi di zucchero, l'olio, la panna acida ed il caffè.
Incorporare al composto così ottenuto il miscuglio di farina, cacao lievito amalgamando bene il tutto. Mettere 1/3 dell'impasto negli stampini e versarci un bel cucchiaino di nutella e coprire riempiendo i pirottini, infornare per 20/25 minuti a 180° e al termine della cottura far riposare in forno spento ed aperto per 5 min. Estraeteli delicatamente dagli stampini e lasciarli raffreddare. Servire cosparsi di zucchero a velo.

Nota per la panna acida che, essendo una preparazione per dolci americani, da noi è difficile trovare, ma io l'ho fatta così:
125 ml di panna fresca
125 ml yogurt naturale denso (tipo yogurt greco)
1 cucchiaio di succo di limone
Mescolare la panna con lo yogurt ed aggiungere il succo di limone
amalgamare bene e coprire con carta stagnola. Far riposare in frigo per un'ora prima di utilizzarla.

Godetevi i muffin e la Domenica!

martedì 24 gennaio 2012

whipped soap ovvero sapone montato

Si tratta di un sapone dove almeno metà dei grassi utilizzati devono essere dei burri, altrimenti il composto non monta. Io ho usato 50 gr di burro di karitè, 50 gr di burro di cacao, e 100 gr di olio di oliva
ed ho sciolto 26 gr di soda in 60 gr di liquido.
Ora vi spiego il procedimento che è leggermente diverso dal tradizionale metodo a freddo.
In primis sciolgo la soda nel liquido in un contenitore resistente al calore e lo lascio raffreddare nella vaschetta del lavandino. in un altro contenitore, sempre resistente al calore, faccio sciogliere i burri a bagno maria, tolgo dal fuoco e aggiungo l'olio. Metto il contenitore con i grassi nel freezer per qualche minuto o fino a quando il bordo diventa bianco. Lo tiro fuori e inizio a montare con le fruste elettriche come se stessi facendo un dolce. I grassi devono montare come se fosse panna, diventano bianchi e molto compatti. Se non succede non preoccupatevi, basta rimettere i grassi in freezer ancora per qualche minuto. Una volta raggiunta la giusta consistenza potete aggiungere la soda, ma prima controllate che si sia raffreddata bene, basta toccare il contenitore che la contiene. Mescolate ora con un cucchiaio di legno per amalgamare bene bene i due composti e versare il tutto nello stampo o negli stampi. Se volete delle saponette più caratteristiche potete mettere il composto in una sac a poche usa e getta e formare delle belle nuvolette sulla carta forno (ci ho pensato troppo tardi). Devono stagionare almeno due mesi.
Queste sono quelle che ho fatto io, tra un paio di settimane sono pronte:

giovedì 19 gennaio 2012

Sciarpa pazza: colori e ciondoli mini granny!

Buongiorno! Adoro questa sciarpa, fino ad ora è il lavoro che più mi ha divertito, sia  nel farla che nell'indossarla.
è di una semplicità assurda e di una bellezza giovane, allegra!
Il pattern l'ho preso dal blog francese granny mania ed è questo:












E questa è la mia versione:


















Mi piace sempre di più crochetttare...
E a voi?

venerdì 13 gennaio 2012

tarallucci

Anche se le feste natalizie sono finite vi volevo far conoscere questi dolcini tipici dell'Abruzzo
e del periodo di Natale: i Tarallucci olio e vino

















La ricetta è davvero semplice, si tratta di fare un impasto con farina olio e vino bianco ma la cosa davvero lunga e laboriosa da fare è il ripieno di questi tarallucci: l'uvata.
è una marmellata d'uva, ma non di un uva qualsiasi ma di  uva Montepulciano, da fare solo se avete tanta pazienza e passione, e una giornata da dedicare solo ad lei.
Su questo blog è spiegato il procedimento passo passo, io invece vi dico come fare l'impasto per questa frolla leggera leggera:
500 gr di farina
150 ml di olio d'oliva extra vergine
150 ml di vino bianco secco
2 o 3 cucchiai di zucchero
un pizzico di sale.
far sciogliere lo zucchero nel vino bianco tiepido e, insieme all'olio, versarlo nel buco che avrete formato con la farina disposta a fontana su una spianatoia, mescolare e impastare fino a quando l'impasto sarà bello liscio e farlo riposare per mezz'ora avvolto in un canovaccio. Nel frattempo mescolate alla vostra marmellata d'uva 4/5 biscotti secchi tritati, mandorle o noci tostate e triturate, magari anche qualche pezzetto di cioccolato fondente e, se vi sembra troppo liquida, qualche cucchiaio di pangrattato. Ora prendete il vostro impasto, stendetelo sottile con il mattarello e ricavatene dei cerchi, io ho usato un tazzone da colazione, e ponete al centro un bel cucchiaino di marmellata, inumidite i bordi, chiudete e dategli la forma a tortello, rifinendo i bordi con la rotellina tagliapasta. Poneteli tutti su una teglia e sopra la carta forno e infornateli a 180° per 15 min. Attenzione a non farli colorare troppo, devono risultare appena appena dorati.
Ancora caldi capovolgeteli nello zucchero semolato finche non si attaccherà. Fate raffreddare e
Buon appetito!

sabato 7 gennaio 2012

primo progetto con l'uncinetto tunisino

L'uncinetto tunisino è un ibrido tra un ferro e un uncinetto. Infatti è lungo tanto quanto un ferro da maglia ed ha alla fine lo stesso pomellino di un ferro, ma invece di avere all'altra estremità una punta, ha un gancio, proprio come un uncinetto e permette di fare trame più strette e compatte. Io ci ho fatto una sciarpa destinata a mio marito, ma che, stranamente, è finita sul collo di mia figlia...
Qui ero agli inizi:
















finita e indossata:
















un particolare della trama ottenuta:
















Buon fine settimana!

giovedì 5 gennaio 2012

ciambella salata e ciambella senza grassi

Buongiorno a tutte mie care e di nuovo buon anno, spero lo abbiate iniziato con un bel sorriso!
Sul blog di imma, dove trovo molte ispirazioni culinarie, ho trovato la ricetta per fare il plum cake salato che ho un pò modificato sostituendo lo speck con la mortadella e mettendo l'impasto in uno stampo per ciambelle in silicone ed ecco il risultato:



bella vero? Ed è anche molto molto buona.
Io amo i dolci ma dopo queste feste mi devo proprio disintossicare
e cercavo una colazione dolce ma leggera e mi sono imbattuta in questa
Angel cake ( o ciambella americana) completamente senza grassi.
Al mercato ho trovato lo stampo e tiramisù dopo tiramisù, sono riuscita
a metter via (congelandoli) 12 albumi
La ricetta la potete vedere qui
e questo è quello che è uscito a me:


Sembra pane vero? è davvero buona, dolce e leggera da mangiare senza sensi di colpa. La adoro.
Buon Epifania a tutte! vi auguro un mondo di calze piene di ricchezze!