martedì 24 gennaio 2012

whipped soap ovvero sapone montato

Si tratta di un sapone dove almeno metà dei grassi utilizzati devono essere dei burri, altrimenti il composto non monta. Io ho usato 50 gr di burro di karitè, 50 gr di burro di cacao, e 100 gr di olio di oliva
ed ho sciolto 26 gr di soda in 60 gr di liquido.
Ora vi spiego il procedimento che è leggermente diverso dal tradizionale metodo a freddo.
In primis sciolgo la soda nel liquido in un contenitore resistente al calore e lo lascio raffreddare nella vaschetta del lavandino. in un altro contenitore, sempre resistente al calore, faccio sciogliere i burri a bagno maria, tolgo dal fuoco e aggiungo l'olio. Metto il contenitore con i grassi nel freezer per qualche minuto o fino a quando il bordo diventa bianco. Lo tiro fuori e inizio a montare con le fruste elettriche come se stessi facendo un dolce. I grassi devono montare come se fosse panna, diventano bianchi e molto compatti. Se non succede non preoccupatevi, basta rimettere i grassi in freezer ancora per qualche minuto. Una volta raggiunta la giusta consistenza potete aggiungere la soda, ma prima controllate che si sia raffreddata bene, basta toccare il contenitore che la contiene. Mescolate ora con un cucchiaio di legno per amalgamare bene bene i due composti e versare il tutto nello stampo o negli stampi. Se volete delle saponette più caratteristiche potete mettere il composto in una sac a poche usa e getta e formare delle belle nuvolette sulla carta forno (ci ho pensato troppo tardi). Devono stagionare almeno due mesi.
Queste sono quelle che ho fatto io, tra un paio di settimane sono pronte:

8 commenti:

  1. Ciao! A me non si scioglie la soda nel liquido.. Mi puoi aiutare?
    Grazie :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Serena, devi avere pazienza, aggiungi la soda poco alla volta e mescola continuamente con un cucchiaio in acciaio (che userai solo per fare il sapone), ci vuole qualche minuto ma vedrai che si scioglierà. A presto e grazie per esser passata da me :)

    RispondiElimina
  3. Grazie! Ti rompo ancora: se volessi colorarlo e profumarlo faccio tutto alla fine quando ho già incorporato bene la soda scolta? Posso mettere coloranti e sostanze a base d'acqua o ce qualche accorgimento in proposito? Grazie ancora! :))

    RispondiElimina
  4. Ciao Serena i coloranti e le profumazioni(oli essenziali) si aggiungono al nastro ovvero quando, dopo aver mescolato i grassi con il liquido dove avrai sciolto la soda con il frullatore ad immersione, il composto diventerà denso al punto che passandoci sopra un dito lasci il solco. Ti consiglio di non aggiungere sostanze a base d'acqua a quel punto o il sapone irrancidirà, ti consiglio anche di mescolare i vari oli essenziali che sceglierai per profumare il sapone ad un cucchiaio di amido di riso, il profumo si fisserà meglio. per quanto riguarda i coloranti il momento nel quale aggiungerli è lo stesso per le profumazioni e puoi colorarli con le miche (polveri naturali colorate) o con paprica dolce, zafferano, e altre polveri alimentari che non siano i coloranti per dolci. Spero di esserti stata utile, a presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. precisazione: letta così la frase "dopo aver mescolato i grassi con il liquido dove avrai sciolto la soda con il frullatore ad immersione" sembra che la soda la devi sciogliere con il frullatore, invece volevo dire che i grassi e il liquido con la soda già sciolta si mescolano insieme usando un frullatore ad immersione.

      Elimina
  5. Ti ringrazio veramente tanto perchè sul sapone montato non trovo molte info su internet :)
    Ma secondo te se io prendo le ricette per fare il sapone (con metodo freddo o caldo) e invece di farle con il metodo "classico" le faccio con il metodo del sapone montato va bene o non può funzionare?
    Grazieeee!!!! :)

    RispondiElimina
  6. nelle ricette "classiche" i grassi usati sono per lo più oli che ahimè non possono essere montati a differenza dei burri che nella ricetta del sapone montato vengono usati in abbondanza, forse è per questo che i composti vengono uniti quando si sono raffreddati. Io sono comunque dell'idea che una volta capito il metodo o i metodi nulla ti vieta di sperimentare e creare, è anche questo il bello di farsi il sapone da se. Buttati e anche se dovesse andar male avrai acquisito esperienza utile, e se andrà bene sai che gioia e soddisfazione! In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  7. Per fare più sapone Ale posso raddoppiare la dose?

    RispondiElimina